Spettacoli precedenti - Teatro Stabile Del Giallo

Vai ai contenuti

Menu principale:

Spettacoli precedenti

Spettacoli > Archivio
 
 
 
 
 

Verso L'ora Zero
Dal 3 Novembre Al 6 Gennaio

Dal Giovedì al Sabato Ore 21:30
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18

La Domenica Ore 18:00
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18


I Gialli di Agatha Christie sono i più letti, i più rappresentati, filmati, recensiti;  sono divorati da milioni di lettori. Quando rivelo a qualcuno un mio progetto su un Suo testo la reazione è sempre la stessa:  il volto del qualcuno, di qualsiasi età, ceto, livello culturale sia, si apre in un sorriso solare e gioioso.  
Riscopro il perché di questo successo straordinario ogni volta che mi accingo ad allestire un suo lavoro:  Agatha Christie è un genio.
I Suoi Gialli sono affreschi inimitabili, sinfonie di personaggi  disegnati con una maestria e una classe che lasciano stupefatti. Nessuno come Lei (e molti l’hanno imitata se non copiata) ha costruito meccanismi gialli così perfetti, complessi e semplici al tempo stesso, come teoremi di matematica eleganti e folgoranti. Nessuno come Lei è capace di unire suspense, tensione e ironia.
Forse è questo il profondo segreto della Christie: riuscire a inchiodarti alla poltrona, teso come una corda di violino e col sorriso sulle labbra nello stesso istante, mentre nella penombra della sala aleggia il sapore penetrante e contagioso dell’intelligenza.
Stesse emozioni che mi deliziano mentre nascosto nell’oscurità osservo i miei magnifici attori dare vita alle mie fantasie.
Questo è tutto, buon divertimento anche a te o futuro Spettatore delle nostre attuali fatiche.
Raffaele Castria


 
Verso L'ora Zero
 
 

La Luna Di Carta
Dal 12 Gennaio al 10 Marzo

Dal Giovedì al Sabato Ore 21:30
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18

La Domenica Ore 18:00
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18



La luna di carta di Andrea Camilleri

Una pittrice americana, Georgia O’Keeffe, ha espresso una chiave per il suo lavoro(durato dal primo decennio del secolo scorso fino agli anni ’70), che mi piace qui ricordare: “Niente è meno realistico del Realismo. E’ solo per selezione, enfasi o elisione, che si può giungere al vero significato delle cose.”
La luna di carta trova la via del palcoscenico non come ricostruzione realistica di ambienti, vicende e personaggi, ma avvalendosi della radice più antica e propria del Teatro: La Memoria.
D’altronde non è il Teatro il luogo per eccellenza della Re-Citazione?
I personaggi trovano lo spazio per evocazione. E come accade nel ricordo i dati perdono linearità, i contorni si sfumano, o assommano, o stilizzano, in base allo sguardo di chi li vide.
Questo Montalbano che sente l’incombere della mezza età, coi suoi passaggi fisici ed emozionali, vive tutta “in soggettiva” la vicenda. La intride della propria esistenziale malinconia, accentua lineamenti e osservazioni. Si lascia – come suo solito- trascinare dagli aspetti umani della vicenda, stordito dal fascino femminile e rischia di mancare il bersaglio. Anzi, lo manca. E’ solo il caso che ricompone la vicenda “anche” secondo il suo schema.
L’indagine prende le tinte del noir per snodarsi fra ombre, malumori, e subitanee brevi accensioni.
In un recente divertissement Andrea Camilleri ha scritto:” (…) La memoria questa notte/ è una talpa malandrina/ scava buche inverte rotte/ d’un viaggio tutto in china(…)”. Anche questa frase può essere prestata al pur sempre spassoso Montalbano de La luna di Carta.

Maria Luisa Bigai


 
La Luna di Carta
 
 

Uno Studio In Rosso
Dal 16 Marzo Al 12 Maggio


Dal Giovedì al Sabato Ore 21:30
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18

La Domenica Ore 18:00
Prezzo Intero: 22€
Ridotto: 18



SHERLOCK HOLMES in UNO STUDIO IN ROSSO di ARTHUR CONAN DOYLE regia di RAFFAELE CASTRIA
Con grande emozione ci accingiamo a mettere in scena Uno studio in rosso, il primo capitolo della leggendaria saga del padre degli investigatori. Ci lasciamo così pervadere gioiosamente dall’estasi che la fantastica genesi del giallo moderno propaga misteriosamente.  Holmes e Watson si incontrano per la prima volta e presto Watson dovrà accettare l’esistenza di una mente superiore e soprannaturale come quella di Sherlock, personaggio romantico, in continuo conflitto tra le sue componenti, intelletto, passione e fantasia. Una serie incredibile di indagini mozzafiato e di colpi di scena si succederanno fino all’inaspettato ed incredibile epilogo. Un teatro di puro divertimento e di sublime intelligenza, che solo il genio può coniugare. Un classico immortale, in funambolico bilico tra commedia, ghost story, avventura e ghotic novel. Un evento imperdibile, magico e meraviglioso, per noi e per il pubblico.
Raffaele castria

 
Uno Studio In Rosso
 
 
 
 
Cerca nel Sito
Torna ai contenuti | Torna al menu